Salta al contenuto principale

Skills shortage e formazione: storia di successo del Master Experis Academy E-mobility & Electric Powertrain

“esistono percorsi [formativi] che hanno a che fare con l’e-mobility, ma si approcciano alla tematica da un punto di vista gestionale e manageriale. Quello che ha messo a punto Experis si basa prettamente su un piano tecnico – ingegneristico."

Il mercato del lavoro è in costante evoluzione, specialmente nei settori in cui la nostra Academy si trova ad operare. Dalla costante evoluzione scaturisce un inevitabile fenomeno di skills shortage, ovvero la mancanza di determinate abilità necessarie a far fronte allo sviluppo economico di un’industria. È qui che entra in gioco un’altra parola chiave della nostra mission: network. Il lavoro di squadra è alla base della nostra azienda e si rispecchia nelle persone che ci lavorano, nei candidati e nei nostri partner. Come si applica alla nostra offerta formativa? Collaboriamo a stretto contatto con i nostri partner per creare dei piani di formazione mirati a preparare a 360° i candidati sia da un punto di vista pratico che teorico. Dalla stretta collaborazione con le aziende del nostro network, nascono anche le idee per la progettazione di nuovi percorsi formativi. Infatti, avere una finestra privilegiata su quelle che possono essere le tematiche di maggior interesse per il mercato del lavoro, ci consente di individuare quali saranno i prossimi temi caldi e di mettere a punto dei percorsi sempre all’avanguardia in grado di fornire le cosiddette in-demand skills ai nostri studenti. Esempio lampante e virtuoso è il Master di Alta Formazione “E-mobility & electric Powertrain”, la cui prima lezione parte proprio oggi.

E-mobility

La storia di questo progetto formativo è travagliata. Cinque anni fa, nel 2015, Experis Academy aveva provato a lanciarlo perché si percepiva già che la ricerca in un prossimo futuro sarebbe andata a confluire verso l’elettrico. Purtroppo, non ha riscosso l’interesse sperato, costringendoci ad accantonare momentaneamente il sogno di un master che desse una formazione approfondita in ambito e-mobility. Non ci siamo arresi e lo scorso inverno abbiamo deciso di rimetterlo in pista.
Cosa ci ha portato a riprovarci e a riuscirci stavolta? Sicuramente la preziosa spinta di Experis Tech ed in particolar mondo di Marco Bartoccioni, Business Development Manager Experis Tech e Luca De Boni, Consulting Manager Experis Tech e Direttore Didattico del master è stata fondamentale.

Il progetto è frutto di un lavoro sinergico che è stato fatto da Experis Academy, Experis Tech e tutte le aziende partner coinvolte” ha dichiarato De Boni “Il primo progetto nasce nel 2015, con un focus specifico sul motorsport, ma i tempi non erano abbastanza maturi e il pilot sembrava essere troppo innovativo. Oggi abbiamo avuto lungimiranza nel credere in questi contenuti e a distanza di 5 anni, ci siamo ritrovati un progetto con basi solide da perfezionare, cogliendo i segnali arrivati dal mercato dell’ingegneria. Fondamentale la scelta dei partner coinvolti (Motus E, ABB, Spin, Bepower, VaiElettrico, Ansys, Next, Podium, Confindustria Bergamo e Kilometro Rosso) che si contraddistinguono per possedere una grossa specificità su questi temi, con competenze estremamente verticali e con una disponibilità incredibile nel supportarci. Sarà un bel viaggio ma noi di Experis Tech, insieme ad Experis Academy, vogliamo essere protagonisti di questa trasformazione.”

Il percorso proposto è pioneristico. Come ci hanno raccontato Cristina Michielon, Academy Sales Consultant e Lucia Floresta, Academy Training Specialist:

“Esistono percorsi che hanno a che fare con l’e-mobility, ma si approcciano alla tematica da un punto di vista gestionale e manageriale. Quello che ha messo a punto Experis si basa prettamente su un piano tecnico – ingegneristico ed è unico nel suo genere”. 

Piano per il quale è difficile trovare persone abbastanza competenti. Sempre Cristina ci raccontava che Podium Technologies, nostro partner del master che si occupa principalmente di batterie, è costretto a ricercare profili specializzati all’estero perché in Italia non si riescono a reperire. Tuttavia, grazie al nostro virtuoso ecosistema siamo riusciti a mettere insieme le migliori competenze sul mercato per formare i talenti del futuro. Proprio a loro abbiamo chiesto perché hanno scelto il nostro master e tra le motivazioni sono emerse l’innovazione e la qualità del nostro network.

Non è stato un percorso facile, ma oggi accogliamo 26 corsisti in quella che è una classe eterogenea per background (ingegneri meccanici, elettrici, elettronici e del veicolo). Tutti pronti a mettersi in gioco e motivati dallo stesso obiettivo: il voler esser parte di un cambiamento, quello dell’elettrico.

autonomous driving

Prossimi progetti Academy in partenza? Oltre ai Master Motorsport, nostro punto di forza da ormai 7 anni, in autunno partirà il primo master autonomous driving. Un altro progetto innovativo che ci vedrà in prima linea, insieme al nostro network di aziende partner, nella formazione di nuovi talenti su temi sempre all’avanguardia.

Stay tuned!

 

Altri Articoli

  • La Motor Valley cerca Talenti
  • Next Generation Skills per la Formazione dei Professionisti dell’ICT ed Engineering
  • Experis Academy inaugura, in collaborazione con ELIS, la nuova sede a Roma.
  • Al Kilometro Rosso è in partenza il primo Master italiano in Blockchain
  • Una nuova stagione nel settore motorsport con i master Experis Academy
  • Master IT ed engineering 2020: tutte le novità (Covid-19)

Contenuti